Kendo

Seminario Kendo Donne del 28-29 aprile 2018

Nel weekend del 28 e 29 aprile 2018 si è tenuto a Novarello il primo stage di kendo femminile del 2018. Il seminario è stato organizzato e diretto dalle responsabili del Progetto Nazionale Femminile Kendo della Confederazione Italiana Kendo: le maestre di kendo Mirial Livolsi di Torino e Yunsook Ma di Brescia, entrambe 6° dan renshi. L’appuntamento si inserisce all’interno di un percorso – attivo ormai da alcuni anni – riservato alle sole donne e ragazze del kendo. Tale percorso si pone come obbiettivo la valorizzazione della componente ‘rosa’ della scherma giapponese in Italia. Vengono proposti, in quest’ottica, allenamenti specifici per migliorare le capacità tecniche e viene data alle nostre ragazze l’opportunità di praticare e di confrontarsi tra sole donne.

Gli stage del Progetto Nazionale Kendo Femminile sono caratterizzati da un clima molto amichevole, che riesce ad instaurare sin dai primi momenti di pratica un notevole spirito di collaborazione e di complicità, attitudini basilari non solo per un buon allenamento ma anche per riuscire a instaurare nuove amicizie, visto che spesso le ragazze del kendo si trovano, nei loro dojo a praticare in minoranza, se non da sole.
Lo stage si è aperto con il discorso del presidente della CIK Mauro Navilli, che ha voluto evidenziare l’importanza dello sviluppo del settore femminile nelle arti marziali della Confederazione Italiana Kendo. Il presidente della Confederazione Italiana Kendo ha inoltre sottolineato come la creazione di seminari specifici per le sole donne non debba essere inteso come un atto discriminatorio, ma vada invece considerato come una opportunità di valorizzare e motivare le donne.

La pratica si è sviluppata durante tutta la giornata di sabato e per tutta la mattinata di domenica, all’interno della palestra coperta del complesso sportivo di Novarello. Allo stage in totale hanno presenziato, sparse sulle due giornate, trenta atlete. Nella giornata di sabato sono state presenti quasi tutte le donne iscritte, domenica, invece, le donne e ragazze presenti sono state una ventina circa.
Mirial e Yunsook si sono alternate nella direzione degli allenamenti proponendo un impegnativo lavoro atletico per potenziare la spinta delle gambe, esercizi mirati all’acquisizione di un uso corretto del piede sinistro, uno studio sulle varie tipologie di kirikaeshi, un intenso lavoro per comprendere il corretto timing delle azioni durante il combattimento e I punti corretti di impatto (datozu bu) nel jikeiko. Il livello tecnico delle partecipanti era molto variegato (dalla principiante quasi assoluta, alla 4° o 5° dan, dalle campionesse delle kendo della nazionale italiana, alle non agoniste) e in alcuni occasioni la pratica è stata divisa mudan (60%) e yudansha (40%).

Nella serata di sabato, le atlete che hanno deciso di fermarsi presso la struttura di Novarello hanno avuto modo di godere della spa e del ristorante inclusi nel comprensorio, per godersi qualche ora di meritato riposo. Infine domenica, in occasione del jigeiko finale, le donne del kendo hanno avuto modo di incrociare gli shinai con I capitani delle nazionali maschile e femminile di kendo: Dario Baeli e Alex Orizio, che ha partecipato a tutto lo stage di domenica.
Il seminario si è dimostrato molto proficuo sia dal punto di vista tecnico che da quello umano, grazie alla sapiente guida di Mirial e di Yunsook e grazie all’energia di tutte le donne del kendo presenti, che si sono impegnate anima e corpo

L'Autore dell'Articolo

Alice Fontana

Alice Fontana

Project Manager e Analista IT di professione, blogger, trekker e boardgamer per scelta. Dopo aver praticato diverse discipline, si imbatte, quasi per caso, nel kendo. Iscritta CIK dal 2015, pratica kendo e, quando ne ha l'occasione, naginata.

Seguici sui Social

Sei Social? Seguici sui principali Social Network per essere sempre informato e aggiornato su news, stage, seminari, eventi, ecc.

X
X